chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· aprile, 2019

articoli mini-profilo di America Latina da aprile, 2019

“L'esercito non ha ucciso nessuno” dice Bolsonaro sugli 80 colpi sparati da militari contro un auto familiare in Brasile

"L'esercito rappresenta il popolo. Non si può accusare il popolo di omicidio" ha affermato Bolsonaro sei giorno dopo la sparatoria che ha scosso il paese.

Le Nonne di Plaza de Mayo in Argentina trovano la nipote nº 129 scomparsa durante la dittatura degli anni '70

"In Argentina le pazze di Plaza de Mayo saranno un esempio di salute mentale, perché nell'epoca dell'amnesia obbligatoria si rifiutarono di dimenticare".

“Le lingue non muoiono, vengono uccise”: cosa si nasconde dietro l’estinzione delle lingue indigene in Messico

" È stato il Messico che ci ha tolto la lingua, l'acqua del suo nome, ci annienta e ci mette a tacere....."

Una nuova ondata del movimento #MeToo si sta espandendo sui social media in Messico

"Da studentesse, colleghe, partner di accademici, ci uniamo al movimento di condanna avviato da @MeTooEscritores, seguito da @MeTooCineMx, e supportato da donne coraggiose e stufe.

“Chi ha ordinato l'uccisione di Marielle Franco?” chiede il Brasile un anno dopo l'assassinio della giovane consigliera

"Chi ha ordinato al vicino del Presidente di uccidere Marielle?"

Professoressa escursionista della periferia di San Paolo insegna come viaggiare per il mondo con pochi soldi

L'insegnate vive a Ciudad Líder, Brasile e dal 2013 si dedica a viaggiare in paesi come Messico, Stati Uniti, Italia e Giordania.

“Rappresentazione significa non sentirmi diverso quando leggo” dice l'autore del fumetto brasiliano #jeremiaspele

"È la mia esistenza, non collegata solo alla schiavitù, come afferma la scuola e ripete la TV. È sentirmi parte del mondo allo stello livello."

Questi giornalisti colombiani vogliono che si sappia che Pablo Escobar non era affatto un eroe

"Questo "eroe" ci ha costretti a restare in casa, a sospettare di tutti, e a reagire con il fuoco e la violenza"

Con centinaia di prigionieri politici ancora in carcere, il conflitto in Nicaragua è tutt'altro che risolto

Nonostante il rilascio di 100 persone, le iniziative per liberare coloro che sono in carcere e vittime di abusi non si fermano.